News

27 January, 2019

Categoria: News

L’inchiesta aperta sulla gestione del gruppo iDental ha permesso di scoprire una frode finalizzata per attrarre fondi da parte di investitori internazionali e spagnoli che avrebbero dovuto essere utilizzati per salvare imprese con problemi economici.

Secondo la stampa spagnola, gli inquirenti avrebbero invece scoperto che i fondi sarebbero serviti per comprare queste imprese ma non con il fine di “salvarle”, ma per decapitalizzare dirottando i fondi verso paradisi fiscali. Proprio l’inchiesta nata dalla chiusura delle cliniche iDental avrebbe permesso di fare emergere l’intrigo di società di copertura e di conti off-shore.

Secondo la stampa spagnola l’ammontare dell’illecito sarebbe di 60 milioni di euro.

Con queste accuse l’autorità giudiziaria iberica ha disposto l’arresto di 14 persone tra cui il fondatore ed alcuni dirigenti del Gruppo di cliniche dentali iDental, un ex componente del gruppo Vitaldent -già denunciato nella vicenda giudiziaria del 2016- e dirigenti di istituti di credito.

Secondo il quotidiano ElMundo, il fondatore di iDental sarebbe stato arrestato nel Regno Unito dove si trovava per attivare una rete di cliniche dentali.

Vuoi più informazioni sui servizi dello studio oppure vuoi chiedere un appuntamento?

RICHIEDI UN CONTATTO