News

8 November, 2016

Categoria: News

Avrebbe ricevuto i suoi pazienti nel bagno di casa dove effettuava le cure, almeno secondo quanto accertato dai Nas di Arezzo che dopo la denuncia di una paziente avevano fatto visita ad un diplomato odontotecnico, denunciandolo per il reato di esercizio abusivo della professione sanitaria.

La paziente si era rivolta al finto dentista per farsi realizzare une protesi invogliata, informa la stampa locale, dai prezzi bassi praticati. Ma la cura non va buon fine e la paziente si rivolge all’Ordine dei medici per denunciare il tutto.

Conclusa la fase istruttoria il fascicolo giudiziario si “perde” tra le maglie della burocrazia giudiziaria ed arriva in tribunale solo nel 2015 quando sono passati troppi anni per poter celebrare il processo. Al giudice non resta che dichiarare il presunto finto dentista non punibile per avvenuta prescrizione.

Vuoi piĆ¹ informazioni sui servizi dello studio oppure vuoi chiedere un appuntamento?

RICHIEDI UN CONTATTO